La rassegna curata da Zauberteatro, negli anni (e siamo ormai alla decima edizione), è diventata un vero appuntamento e rappresenta, per la varietà degli spettacoli e per la qualità della proposta culturale, uno dei principali palcoscenici cittadini dedicati alla prosa.
L'estate 2010, segnata da difficoltà finanziarie, vedrà comunque un cartellone che, seppur limitato nella durata rispetto agli anni scorsi, sarà ricco di spunti e di proposte nuove ed accattivanti. In tutto nove diversi spettacoli per diciannove repliche complessive.
Il leitmotiv, il filo conduttore, dell'intera rassegna è sicuramente il tentativo di mettere in scena un nuovo teatro: abbiamo selezionato prevalentemente drammaturgie inedite, spesso appositamente ideate per la nostra rassegna, spesso dando spazio alla sensibilità femminile. Non è infatti un caso che ben cinque spettacoli siano scritti da autrici e addirittura sei regie siano firmate da donne.

Villa Fabbricotti (dal 2001 ad oggi)

Dal 2001 ad oggi si sono avvicendati nel Parco oltre sessanta spettacoli per circa duecentoventi repliche. Le programmazioni, sempre più ricche e variate ogni stagione, hanno visto l’alternanza fra produzioni Zauberteatro e spettacoli “ospiti” di compagnie di primo ordine.
Fra le creazioni di Zauberteatro che hanno debuttato a Villa Fabbricotti ci piace ricordare “All’impruìsa, la Commedia!” (2003, regia Paolo Lelli), spettacolo itinerante sulla storia della Commedia dell’Arte, ripreso integralmente e più volte mandato in onda da RAI Doc, “Riso Olimpico” (2005, regia Michele Andrei), spettacolo “corale” con quasi trenta attori in scena dedicato ad una divertente rilettura del periodo fascista, e “Scintille futuriste” (2005, regia Sandro Carotti), vero e proprio esempio di ricerca (e riscoperta) drammaturgica e scenografica.
Fra gli interpreti che hanno animato il nostro palcoscenico ricordiamo, oltre ai toscani Carlo Monni, Sergio Ciulli, Sandro Carotti, Marco Natalucci, Alessandro Baldinotti, Massimo Grigò, Silvia Guidi, Teresa Fallai, Massimo Salvianti, Maurizio Lombardi, Alessandro Cevenini, attori del calibro della friulana Giuliana Musso, del mantovano Giovanni Franzoni, della veneta Paola Di Meglio, del romano Gilberto Colla e cento altri.
Grande attenzione è sempre stata posta verso la drammaturgia contemporanea: negli anni sono stati messi in scena testi, in alcuni casi in prima nazionale, tanto di autori affermati (da Claudio Magris a Ugo Chiti, da Alberto Severi a Giovanni Testori) che di scrittori e drammaturghi emergenti (Manuela Critelli, Paolo Lelli, Francesco Mancini, Chiara Guarducci e Maurizio Lombardi sono solo alcuni esempi).

Mario Librando – direzione artistica Zauberteatro





pagine web su "La polvere nei sogni"

pagine web su "Sensi particolari"

pagine web su "Tempestati"

pagine web su "ImprovvisaMente (atti o scene in luogo pubblico)"

pagine web su "Le veglie di Neri"

pagine web su "Intervista a Maria"

pagine web su "Talking Heads (Teste parlanti)"

pagine web su "La morte e la fanciulla"

pagine web su "Bruciate da più fuochi"