Alessandro Moretti
Diplomato brillantemente presso il Conservatorio statale di musica “L. Cherubini” di Firenze con Ivano Battiston, ha frequentato i seminari di Salvatore Di Gesualdo, i corsi d’interpretazione tenuti da Hugo Noth a Prato, di Ivano Battiston a Belluno, il corso di didattica fisarmonicistica tenuto da Patrizia Angeloni a Livorno, il corso del Cantiere Internazionale d’arte di Montepulciano sulle musiche di Astor Piazzolla tenuto da Hugo Aisemberg, Roberto Cima, Juan Lucas Aisemberg, il Seminario d’Aggiornamento Didattico per insegnanti delle Scuole di Musica del Centro di Ricerca e di sperimentazione per la Didattica Musicale di Fiesole e il Corso di Formazione in servizio per i docenti di scuola materna ed elementare del S.I.E.M. di Arezzo e la Master class a Castelnovo 'ne monti (RE) tenuta da Richard Galliano.
Nel 1996 costituisce, con Massimo Signorini (fisarmonica), il duo Moretti-Signorini con il quale oltre a promuovere lo strumento con concerti e lezioni concerto in tutta Italia otterranno riconoscimenti presso impotanti concorsi di musica cameristica ottenendo il primo premio al concorso di musica da camera di Macerata Feltria (PS), il secondo premio assoluto al primo Concorso Nazionale di esecuzione musicale “Liburni Civitas” (citta’ di Livorno) e il terzo posto al 4° Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale “Città di Grosseto”.
Ha fatto parte del quartetto di fisarmoniche del conservatorio di Firenze (1999) diretto da Ivano Battiston. Nel marzo del 2001 insieme a Gloria Lucchesi (flauto), Anna Aurigi (soprano) e Carlo Mascilli Migliorini (chitarra) nasce il quartetto "Confinensemble" con i quali registra 4 cd ("Il Canto del vento" - Ema Records - Abbazia di Spineto DDD70017, "Absydis" - Ema Records DDD70018 - Abbazia di Spineto, "Gracias a la vida" - Abbazia di Spineto incontri e studi, "Soledad" - Abbazia di Spineto incontri e studi) ottenendo consensi dalla critica e conseguendo tournee in Italia e Taiwan.
Nell'ambito della musica etnica dal 2001 fa parte del quintetto "Korè" (con Mary Loscerbo - soprano, Matteo Ceramelli - Violino, Luca Sgheri - Basso, Stefano Rapicavoli - Percussioni); dal 2003 fa parte del quintetto "Oy Vey" (con Gabriela Soltz - voce, Ugo Galasso - Clarinetto, Daniele Poli - Basso, Luca Brunelli Felicetti - Percussioni) con i quali nel 2007 ha ottenuto un concerto presso Oy!hoo Festival 2007 a New York.
Dal 2004 fa parte del "Alfio Antico trio" con Alfio Antico (percussioni), Amedeo Ronga (contrabbasso) con i quali oltre a registrare un cd nel 2005 ("Viaggio in Sicilia" - Rai Trade Alfamusic) collaborando anche agli arrangiamenti e composizioni, otterranno concerti in Italia, Francia, Germania, Belgio e Austria.
Nell'ambito della musica Jazz ha fatto parte del gruppo di musica jazz “Madeleinettes” (1994), diretto da Alessandro Di Puccio con cui si è esibito in vari concerti e nel 2007 nasce il progetto Mo.Ro quartet con Mariano Di Nunzio - Tromba e Amedeo Ronga - Contrabbasso.
Con gruppi teatrali, si è esibito al Teatro Stabile di Firenze (1995) nell’opera teatrale: “Le nozze dei piccoli borghesi” di Bertolt Brecht con la regia di Alberto Gagnarli. Ha fatto parte dell’ ”Ensemble degli Illuminati” (1999), su uno spettacolo teatrale di Davide Riondino.
Con la compagnia Nata di Bibbiena (AR) ha collaborato oltre all'esecuzione anche alle composizioni originali dello spettacolo "Veglia" (2003).
Collabora ed ha collaborato con gruppi di musica leggera e rock con i quali oltre a registrazioni discografiche (Ottavo padiglione 1994 Black out - Noi nati male 1999), ha partecipato anche a Tournee nazionali.
Si è esibito con varie formazioni in molte TV private oltre che nei canali video e radio nazionali (Rai1, Rai2, Rai3 radio rai, Canali Mediaset) che internazionali (Radio Orf di Vienna).

Per Zauberteatro è stato in scena in "Cecco da Varlungo" e "Compilation n°2" con Carlo Monni e in "Scintille futuriste".