Alessio Sardelli
Attore Toscano, allievo della scuola di Orazio Costa. Svolge intensa attivitā di teatro e, fra le varie realizzazioni, ricordiamo "Sogno" da William Shakespeare e "Isola" da Marivaux per la regia di N. Rinaldi, "Vineta, la cittā sommersa" di Y. Soyfer e "Kantan" di Y. Mishima per la regia di R. Massai, "I Giganti della Montagna" di L. Pirandello e "Le Cittā invisibili" di I. Calvino con la regia di A. Pedullā, "Minotauro" di Dürenmatt per il Teatro Studio di Mezzaluna di Roma.
Ha, inoltre, al suo attivo scritture sceniche fra le quali "Pietro Aretino" (home theatre), "Inuit" (spettacolo per bambini) e "Ruletka-Majakovsky".
Č impegnato anche in attivitā di mimo (Festival Pucciniano di Torre del Lago) e televisiva in numerosi films, documentari e videoclips. Fra questi ricordiamo "I macchiaioli" (nella parte di Adriano Cecioni), regia di Gisella Pagano per Istituto Luce; "La vita di Santa Chiara" (nella parte di San Francesco) e "Mio padre č innocente" per RAIUNO; "Chiara e gli altri" per ITALIAUNO. Collabora con la Bayerischer Rundfunk (Radio della Baviera).
Nel 1998 ha partecipato al "Festival Nazionale dei Nuovi Tragici", presso il Teatro Colosseo di Roma. In agosto 1999 ha debuttato in "Dramma della gelosia" di Ettore Scola per la regia di Gigi Proietti. Nel 2000 ha preso parte alle riprese del film "Detective per caso", per la regia di Vanna Paoli. Nel 2001 ha lavorato in "Falstaff e le allegre comari di Windsor" di William Shakespeare al fianco di Giorgio Albertazzi per la regia di Gigi Proietti.
Per Zauberteatro č stato in scena in "Sogno", in "Isola" e, sul fiume Arno, ne "La Divina Commedia: oratorio burlesco" e in "Amerigo e gli altri".