leggi le note guarda le foto guarda i video gli interpreti leggi gli articoli guarda il manifesto



"Tondastrocca"
da "Il re dell'interno" di Francesco Mancini e "Lettera di bambola" di Barbara Nativi

interpreti:
Silvia Guidi e Francesco Mancini

regia: Silvia Guidi e Francesco Mancini
luci, allestimento e oggetti scenici: Mario Librando



Un appartamento, dei bambini pi¨ che dispettosi e, fra tutti gli altri giocattoli, una strana coppia: un gattone "rockstar" ed una bambola che ha perso il grande Amore. Fra i due si Ŕ instaurato uno strano legame, fatto di fusa, di occhiate, di "cose non dette".
Per i bambini di casa (di loro si sentono le grida e gli strepiti ma non sono mai presenti) sia il gatto che la bambolina sono, in fondo, dei semplici giocattoli quasi dimenticati in mezzo a pallottolieri, trenini e palloni. In realtÓ, per˛, tanto il tronfio e fiero felino quanto la esile ed eterea bambolina hanno una propria storia da raccontare. Lui, anche se ormai spelacchiato ed avanti con gli anni, non si rassegna ad essere messo in disparte, lui Ŕ ancora il "Re dell'interno" e guarda con superioritÓ tutti gli altri giocattoli. Tutti, tranne quella bambolina. Lei Ŕ la ballerina della arcifamosa fiaba di Andersen, che scrive una lettera, una lettera d'amore, quale testamento ultimo di una anima destinata a morire per l'amore perduto, al suo soldatino di piombo.

Mario Librando, 2006